Anche domani scuole chiuse – Pessima gestione dell’emergenza

Anche domani scuole chiuse per “l’emergenza neve”. Trovo assurda questa estensione quando tutti gli uffici pubblici e privati saranno aperti.

Ancora peggiore la decisione di venerdì e sabato (poi per sabato si è decisa la chiusura) per cui le scuole erano aperte ma la didattica sospesa.

A prescindere dallo sconfinamento su scelte non sue (il sindaco può decidere, per ragioni di sicurezza o ordine pubblico, se chiudere le scuole o tenerle aperte, ma non può disporre la sospensione dell’attività didattica, che compete al ministero) la decisione è un insulto agli insegnanti, che sono dovuti andare a scuola senza fare lezione, un “parcheggio” (prevalentemente vuoto specie nei livelli superiori) per i figli di genitori che lavorano.

O si chiudeva (e venerdì e sabato era ragionevole per una città come Roma) o si tengono aperte.

Non si capisce come si possa giocare una partita di calcio la domenica e lasciare le scuole chiuse lunedì E martedì!

Col ghiaccio si scivola si! E allora? Se piove ci si bagna! E allora? Un po’ di senso della misura!

4 commenti

Archiviato in Italiano, Scuola

4 risposte a “Anche domani scuole chiuse – Pessima gestione dell’emergenza

  1. maresa berliri

    sono d’accordo con Andrea. Venerdì la scuola andava proprio chiusa e non penalizzare i lavoratori della scuola.
    Il problema è che per poter riaprire la scuola occorreva e occorre pulire le aree davanti alle scuole, pulire dalla neve i cortili interni, controllare che non ci siano rami pericolanti nei giardini o nei cortili della scuola e rendere più sicure le aree antistanti le scuole. Questo lavoro finora non l’ha fatto nessuno.
    Non so come è andata nel resto di roma, ma nel quartiere prati, io non ho visto nessuno ripulire le strade dalla neve. Un po’ i portieri e i negozianti hanno tolto la neve e il ghiaccio dai marciapiedi. Solo stamattina – se non sbaglio – è stato tolto un albero caduto a via monte pertica bloccando la strada. Rami caduti ci sono anche nel giardinetto davanti alla pistelli. Oggi pomeriggio davanti alla Pistelli lo storico bidello Bruno, andato in pensione, ha tolto lui da solo buona parte del ghiaccio e della neve che si è depositata davanti alla scuola. Ci sono marciapiedi che sono vere e proprie piste di pattinaggio. Ci sono ampi pezzi dei marciapiedi di via Prestinari che sono impraticabili. Dobbiamo essere noi cittadini a ripulire il tutto? Possiamo anche farlo, dopo di che uno tira le sue conclusioni.
    Per non parlare deglli autobus e dei mezzi di trasporto. Oggi credo che hanno ripreso a funzionare a pieno regime. Ma per riaprire le scuole occorre che funzionino.
    Il discorso potrebbe essere lungo ……

  2. M.T.

    Considerato quello che sta avvenendo, sembra come se il Paese abbia avuto un cedimento strutturale – se questo è il caso, dobbiamo rimborcarci le maniche e fare anche cose che non dovremmo fare come spalare la neve davanti casa. La città è di tutti, quindi noi che siamo membri di una collettività dobbiamo contribuire per il ritorno alla normalità e preoccuparci un po’ di tutti, anche dei vicini che per motivi di età o di salute non possono uscire. In passato le relazioni e la solidarietà di questo Paese, che è diventato sempre più individualista e di immagine, erano migliori. P.M.

  3. edb

    il sindaco decide se chiudere le scuole o sospendere le attività didattiche. la prima decisione implica che il pericolo è maggiore, la scuola è chiusa ed anche gli uffici (dovrebbero essere chiusi anche gli uffici pubblici); la seconda implica l’apertura degli uffici amministrativi della scuola. i docenti e gli alunni NON devono andare a scuola. il ministero non c’entra nulla!

    • Non sono un esperto di questi regolamenti. Ho sentito un paio di presidi intervistati dire che il sindaco decide, per motivi di sicurezza, ordine pubblico etc. se chiudere o meno le scuole. Non ha competenza, dicono, su cosa fare nelle scuole se sono aperte. La decisione dell’attività didattica spetta al ministero. Mi sembra un ragionamento che fila, ma magari non è così. In ogni caso nel frattempo la neve se ne è andata….

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...