Campo Scuola a Casa Cenci: I ragazzi sono tornati entusiasti

Sono appena tornati i nostri ragazzi dopo tre giorni esaltanti per loro e, a giudizio anche degli insegnanti, di grande livello didattico e scientifico. L’esperienza a Casa Cenci è stata eccezionale e per questo riporto nuovamente gli estremi del campo e degli organizzatori per chi volesse utilizzarli.

Tra cielo e terra
associazione educativa, culturale ed artistica
strada di Luchiano 13, 05022 Amelia (Terni)Tel.0744.980330 – E-mail: cencicasalab@tiscali.it

Esperienze residenziali di 2, 3, 4 o 5 giorni

I TEMI DEI NOSTRI CAMPI SCUOLA

I campi scuola che la Casa-laboratorio di Cenci propone alle classi offrono dei percorsi di apertura delle nostre sensibilità, nella ricerca di un rapporto diretto con gli elementi del pianeta che abitiamo. Ciò che da oltre venti anni ricerchiamo è legato alla radice della presenza dell’uomo sulla terra, ai gesti elementari che ci ricollegano all’acqua, alla terra e ai diversi elementi che costituiscono il paesaggio.
Alla base della ricerca c’è il tentativo di scoprire delle risonanze tra il corpo e il cosmo. Attraverso pratiche percettive, azioni legate al movimento, esplorazioni e costruzioni con materiali naturali, indaghiamo le possibili corrispondenze che ci legano al cielo, al paesaggio, alla notte, al vento, al bosco e alle dimensioni mitiche che racconti di diverse culture evocano in noi.
Praticare tutto ciò in campagna, lontano dal traffico e dalla televisione, con il tempo scandito unicamente dai movimenti dei corpi celesti, può creare una circolarità di comunicazione e una condivisione di esperienze che stimola e rafforza il gruppo classe, attenuando stereotipi e pregiudizi reciproci.
Le attività svolte in piccoli gruppi offrono a ciascuno la libertà di ascoltare, nel silenzio, il paesaggio e gli elementi e i viventi che lo abitano, cioè il grande mondo degli esseri che circonda la nostra vita, a cui raramente prestiamo ascolto. L’esperienza, avendo un forte impatto emotivo in chi vi partecipa, può essere base di partenza o momento di approfondimento per un percorso di conoscenza della natura e del cosmo, da continuare nel tempo lungo della scuola.
I campi scuola sono proposti da operatori di Cenci e della Compagnia del Pino che, in collaborazione con Margherita Vagaggini, ha messo a punto un progetto aperto anche alle scuole dell’infanzia

Un incontro con gli elementi del cosmo
Per affrontare gli squilibri ecologici che minacciano il nostro pianeta c’è bisogno di ricostruire una relazione di fratellanza con gli elementi del cosmo. Ma per ritrovare una parentela con la terra, il vento, il bosco, la luna, l’acqua e il cielo stellato bisogna compiere un viaggio di ricerca dentro di noi che ci consenta di aprire occhi ed orecchie e di allargare il nostro sentire. Le porte della percezione, infatti, sono ostruite fin dalla più tenera età da una relazione con il mondo che passa prevalentemente attraverso canali tecnologici.
Nella proposta educativa di Cenci al centro c’è il corpo di bambine e bambini, di ragazze e ragazzi che sono chiamati ad incontrare gli elementi del paesaggio naturale a partire da azioni semplici e concrete.
Camminare, danzare, aprire un nuovo sentiero nel bosco e percorrere il greto di un torrente, così come seguire il sorgere e calare degli astri, porta ciascuno di noi ad aprirsi e a scoprire energie e capacità nascoste.

La ricerca di una vicinanza a se stessi e di una apertura agli altri
Il secondo aspetto della proposta educativa di Cenci riguarda il rapporto con noi stessi e l’apertura che riusciamo ad avere con gli altri. Ricercare un ritmo, cantare insieme, costruire un oggetto o prendersi cura di un luogo sono attività espressive che richiedono tempo, attenzione, presenza e ascolto. Anche vivere insieme condividendo il sonno e il cibo con gli altri porta a nuove emozioni e scoperte, rivelando aspetti e qualità nascoste del nostro carattere.

La ricchezza che ci viene da altre culture
La Casa laboratorio di Cenci, che ha le sue radici nella lunga esperienza pedagogica del Movimento di Cooperazione Educativa, ha ospitato maestri ed artisti di ogni parte del mondo. A partire dall’incontro con Jerzy Grotowski e il suo Teatro delle sorgenti, ha potuto contare su collaborazioni che provengono da Polonia, Colombia, India, Bali, Iran, Haiti e dai popoli nativi americani. Con il Guatemala ed il Brasile organizza iniziative di gemellaggio e di scambio.
Tutto ciò costituisce una enorme ricchezza per la nostra ricerca. Una critica radicale del nostro stile di vita, fondato su sprechi e abusi che mettono sempre più in crisi gli equilibri del pianeta e favoriscono il crescere delle disuguaglianze nel mondo, si può costruire, secondo noi, solo dialogando ed ascoltando con attenzione i diversi punti di vista che provengono da diverse culture, diverse esperienze, diverse sensibilità.

Durata
La durata del campi scuola è, generalmente, di 5 giorni. Ci possono essere anche campi di due, tre o quattro giornate.
Tempi
Da settembre a giugno
Operatori
La Casa-laboratorio impegna nei campi scuola almeno un operatore ogni 10 partecipanti. Gli operatori vivono nella struttura e stanno con i ragazzi tutto il tempo del loro soggiorno.
Costi
Il costo, che comprende il vitto, l’alloggio e le attività educative è di €. 48,00 al giorno (iva inclusa). Per ogni 10 bambini c’è una gratuità per gli insegnanti accompagnatori.

Per informazioni contattare Roberta Passoni 338.4696119; 0744.980330
cencicasalab@tiscali.it

1 Commento

Archiviato in Attività Extra Scolastiche, corsi estivi, Italiano

Una risposta a “Campo Scuola a Casa Cenci: I ragazzi sono tornati entusiasti

  1. maresa berliri

    sono molto contenta per la classe, per le insegnanti e per la scuola. Ogni volta che i ragazzi e le ragazze di una classe fanno una bella esperienza ci guadagnano tutti: i ragazzi perchè hanno imparato qualcosa e sono stati insieme; i professori perchè hanno modo di esercitare al meglio la loro funzione educativa; la scuola per la sua capacità di organizzare e di offrire a costi accessibili delle cose buone; per le famiglie, perchè vedono che i soldi utilizzati per partecipare sono ben spesi.
    Ed è proprio per questo che quando questa opportunità non viene offerta a tutti, che mi dispiaccio prima …. e mi arrabio poi. Sono una delle occasioni mancate.
    L’educazione dei figli è un mistero … ogni piccolo seme, ogni piccola cosa ogni iniziativa che può contribuire a far crescere meglio i nostri ragazzi, più attenti e responsabili verso se stesso, verso gli altri e verso l’ambiente che li circonda, va e vanno perseguite e prese al volo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...