Bambini e Facebook: Do not Panic!

La “sicurezza” dei minori sul web è uno dei temi oggi più dibattuti e causa di molti timori per i genitori. Questo anche a causa del sensazionalismo di molti media.

Un po’ come per la polvere di casa (una volta si passava uno straccio ed era finita, oggi gli spot ci fanno vedere ingrandimenti al microscopio in cui gli acari sembrano un reggimento di Godzilla per venderci prodotti “igienizzanti”) anche per i “pericoli” del web i rischi vengono spesso ingigantiti e singoli episodi  negativi, se solo vedono una qualche remoto collegamento con i social network, vengono analizzati e vivisezionati sui giornali e nei talk show televisivi.

Ognuno in famiglia imposta ovviamente la propria “politica” come crede. In casa nostra riteniamo che la soluzione migliore sia dotare i figli degli strumenti per valutare autonomamente e difendersi da soli. Mai messo un filtro o un limite, mai messe proibizioni (se non all’uso di strumenti di pagamento: i miei figli conoscono le mie credenziali Itunes ma per l’acquisto di apps mi chiedono il permesso).

Il web è come la strada, nè più nè meno (delle due è forse meno pericoloso). Poco di quello che oggi i ragazzi fanno sul web non si è sempre fatto (e NOI STESSI LO FACEVAMO! NON SIATE IPOCRITI!) con altri mezzi:

– scambiarsi note e compiti

– “copiare le versioni” (noi avevamo i traduttori, loro Google). Fra l’altro è oggi più facile per lo stesso motivo essere scoperti!

– cercare materiale pornografico

– conoscere persone

e potrei continuare.

Le proibizioni sono difficili da imporre (ci sono sempre gli internet center ed i PC degli amici, magari più grandi), spesso peggiorano le cose dando a certe attività l’attrattiva fortissima del proibito e della trasgressione. Anche quando funzionano, evitando l’esposizione, impediscono di creare i necessari anticorpi (esperienza, capacità di autonoma valutazione) che prima o poi dovranno (dovrebbero!) sostituire la cintura protettiva familiare (o “istituzionale”).

Riporto alcuni dati su bambini e Facebook

Lascia un commento

Archiviato in Italiano, Pedagogia, Tecnologie

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...