Inserire il #make ed il #tinkering nella #scuola

young-makers

How to Turn Your School Into a Maker Haven di 

Link qui

Articolo interessante e di buon senso, per orientare chi, anche sull’onda della risonanza mediatica delle nuove tecnologie (stampanti 3D, arduino, etc.) vorrebbe inserire (insegnanti) o far inserire (genitori) queste attività nell’ambito del curriculum scolastico.

Alcuni punti salienti:

– Si può partire da qualunque punto. Non farsi bloccare dalla voglia di fare tutto. Si può partire con strumenti semplici (cacciavite, martelli, legno, cartone, materiale di riciclo) anche senza avere da subito risorse (denaro, spazi) per le attrezzature più complesse.

– L’importante è mettere di fronte i ragazzi a problemi e obiettivi concreti e lasciarli lavorare in libertà. Libertà soprattutto di sbagliare.

– Occorre insegnare che “fallire” è necessario. Solo superando gli errori si arriva al successo.

– Da problemi concreti, nella ricerca di soluzioni, si possono evidenziare concetti e temi più prettamente scolastici (es. Quanti giri della ruota occorrono per tirare la corda che fa salire il secchio dal pozzo?)

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...